Consulenza Psicologica

Consulenza psicologica

Per consulenza psicologica si intende un luogo di ascolto libero in cui sia possibile accogliere le domande e offrire una risposta agli interrogativi originati dal disagio e dalla sofferenza.

La consulenza psicologica è un’attività professionale che tende ad orientare, sostenere e sviluppare le potenzialità del cliente, promuovendone atteggiamenti positivi, propositivi e stimolando le capacità di scelta.

La consulenza psicologica consiste in un intervento che richiede un numero limitato d’incontri e ha lo scopo di inquadrare la problematica descritta allo psicologo al fine di valutare una risposta in tempi relativamente brevi; può rivolgersi ad una singola persona, ad una coppia o ad una famiglia.

Il primo incontro è un momento di conoscenza e di analisi della domanda per comprendere se e come il professionista possa essere d’aiuto; gli incontri successivi sono dedicati a una valutazione del problema presentato e alla condivisione di un progetto d’intervento (stabilire un obiettivo, dare un’indicazione generale sui tempi e sulle modalità del lavoro), centrato sulla riflessione e approfondimento degli aspetti psicologici relativi al problema sollevato.

Generalmente la consulenza psicologica può essere richiesta per problematiche quali: disagio individuale (relativamente alla gestione dei conflitti, gestione dello stress, difficoltà a perseguire i propri obiettivi, problematiche relazionali, criticità inerenti la performance individuale, ecc); sofferenza soggettiva che interferisce col funzionamento relazionale, sociale e lavorativo (eventi traumatici, deflessione dell’umore, ansia e fobie, attacchi di panico, difficoltà di coppia e disturbi sessuali, disturbi dell’adattamento, difficoltà nelle funzioni genitoriali, difficoltà in ambito lavorativo o scolastico, problematiche psico-educative).

L’analisi della domanda e la valutazione psicodiagnostica del professionista (caratteristiche dell’individuo, dei suoi punti di debolezza e fragilità, delle sue risorse e del suo potenziale) possono far evolvere la consulenza psicologica in un percorso di sostegno psicologico o in una psicoterapia, o qualora necessario lo psicologo può proporre l’invio ad un altro specialista, competente rispetto alla problematica espressa come ad esempio: uno psichiatra, un neurologo, un psicoterapeuta infantile, un nutrizionista, un consulente legale, un sessuologo…

Una delle domande più frequenti di chi vuole chiedere aiuto è: “Ma ho davvero bisogno di un aiuto e soprattutto di un estraneo”? Per prima cosa ti vorrei dire che questa domanda è legittima, chiedere aiuto e ammettere di essere arrivati ad un punto nel quale non si riesce più ad affrontare da soli i propri problemi non è facile. Ma se sei arrivato sul mio sito significa che stai affrontando un periodo difficile, forse troppo complicato da poter essere affrontato da solo, oppure che c’è una persona a te molto cara che pensi abbia bisogno di un aiuto professionale.

In questo caso il primo passo lo hai già compiuto, hai deciso di volere cambiare qualcosa nella tua vita ed io in questo ti posso aiutare.